Cosa è la psicoterapia sistemico-relazionale?

Psicoterapia sistemico relazionale



La psicoterapia sistemico relazionale spiega il comportamento dell’individuo focalizzando l’attenzione sull’ambiente e sul contesto in cui è vissuto e vive, sul sistema di cui fa parte, sulle relazioni significative che intrattiene.

Questo approccio vive il disagio, la sofferenza, le difficoltà come il risultato di uno squilibrio che nasce all’interno del sistema di cui l’individuo fa parte e in cui vive le relazioni significative: nucleo familiare, coppia, nuova famiglia, contesto lavorativo, amici.
La percezione di non equilibrio provoca tensioni emotive che generano spesso sintomi.

Psicoterapeuta sistemico-relazionale: come interviene?

Secondo il modello sistemico relazionale i sintomi vengono interpretati come espressione di difficoltà comunicative, relazionali, conflittuali. Il soggetto, quindi, diventa portavoce che di quello che è in realtà un malessere sia individuale che del sistema di appartenenza.
I contesti sono, pertanto, sistemi, quindi insieme di soggetti che interagiscono tra loro, uniti da diversi tipi di legami (lavorativi, affettivi, relazionali).

La psicoterapia sistemico relazionale è orientata allo studio e alla comprensione di queste dinamiche interpersonali e intrapersonali, quindi all’elaborazione di ipotesi e significati che ogni membro del sistema sviluppa all’interno del ciclo di vita.

Perché sistemico?

Il malessere presentato dalla persona viene letto non tanto come problema unico dell’individuo quanto come espressione di difficoltà di uno dei sistemi di appartenenza.

Perché relazionale?

L’identità individuale viene considerata come il frutto delle relazioni significative che la persona ha costruito e continua a nutrire nella relazione con gli altri; un’eventuale problematica non viene letta e trattata come caratteristica propria dell’individuo ma come il frutto di esperienze relazionali.

Qual è l’obiettivo della psicoterapia sistemico relazionale?

  • Comprendere la funzione del sintomo, trovando nuovi modi e strategie per rapportarsi con il proprio contesto di appartenenza;
  • Percepire un senso di autoefficacia, autonomia, benessere psicofisico all’interno dei contesti in cui il soggetto vive;
  • Rafforzare il proprio senso di identità;
  • Modificare comportamenti disturbati o poco funzionali;
  • Percepire maggiore sicurezza e fiducia nelle proprie scelte;
  • Migliorare la capacità di gestire le emozioni;
  • Imparare ad accettare ciò che non può essere cambiato.

Per raggiungere questi obiettivi su cosa si lavora? Il focus sarà incentrato sui vissuti personali, sulle difficoltà portate nelle sedute, sulla comprensione del sintomo, sulla comunicazione, sulla trasformazione di dinamiche disfunzionali, sulla gestione di rabbia, stati depressivi, stati di ansia, sul costruire insieme nuove strategie per fronteggiare momenti o vissuti difficoltosi.

Differenza tra psicologo e psicoterapeuta

La differenza principale tra uno psicologo e uno psicoterapeuta riguarda le loro qualifiche, la formazione e le funzioni professionali.

Lo psicologo ha una laurea in psicologia, disciplina che studia il comportamento umano, le emozioni i processi mentali. Gli psicologi studiano il comportamento umano, conducono ricerche, attuano valutazioni psicologiche; possono lavorare in diversi contesti come ospedali, scuole, organizzazioni, contesti sanitari. In molti casi gli psicologi offrono sostegno.
Molti psicologi possono decidere di formarsi per diventare anche psicoterapeuti, acquisendo competenze specifiche nella pratica della psicoterapia.

Lo psicoterapeuta è un professionista della salute che ha una formazione specifica in psicoterapia.
Uno dei ruoli principali dello psicoterapeuta è quello di fornire consulenza e terapia ai pazienti per affrontare e gestire problematiche e difficoltà emotive, comportamentali, relazionali.
Gli psicoterapeuti seguono una formazione specifica in psicoterapia che include tirocini, supervisioni cliniche, continua formazione professionale, analisi personale.

È sempre consigliabile confrontare l’albo professionale per appurare che il professionista scelto sia iscritto all’ordine e che sia abilitato alla psicoterapia, in caso si decida di intraprendere tale percorso.


SERVIZICONTATTI


PSICOTERAPIA INDIVIDUALE

La psicoterapia individuale sistemico relazionale è un approccio che si concentra sul comprendere le problematiche relazionali di un individuo, considerando il contesto più ampio in cui lo stesso vive.

Risulta utile quando una persona affronta problematiche emotive, comportamentali, relazionali che influenzano il proprio benessere e qualità di vita.



CORSI

Lo studio organizza incontri, gruppi di lavoro, corsi di formazione e sostegno su diverse aree e tematiche, anche in collaborazione con altre figure professionali.



PSICOTERAPIA DI COPPIA

La psicoterapia di coppia è un percorso volto a migliorare la comunicazione, la comprensione e la relazione tra due persone in una relazione sentimentale.

Si ricorre alla terapia di coppia quando ci si sente in crisi; tra gli obiettivi principali vi sono il superamento di conflitti, la promozione di una comunicazione efficace e l’acquisizione di strumenti per affrontare nuovi cambiamenti e decisioni.



CONTATTI
LUNEDÌ – VENERDÌ
9:00 – 20:00
SABATO – DOMENICA
CHIUSO

Detrazioni

Il Ministero della Salute ritiene equiparabili le prestazioni professionali dello psicologo e dello psicoterapeuta alle prestazioni sanitarie rese da un medico.

Se effettuate da un professionista iscritto all’albo, le spese per le sedute di psicoterapia non sono soggette a IVA e possono essere detratte fino a un tetto massimo di € 15.493,71 per anno.
Le sedute non prevedono prescrizione medica.

Avvertenza

Il materiale contenuto in questo sito ha puro scopo esemplificativo e non intende sostituire una terapia adeguata concordata da uno specialista.

Gli autori e i collaboratori declinano ogni responsabilità derivante dall’uso improprio dei contenuti di questo sito.

Studio Psicologia Baratta - P.IVA 02215630993